Nuove narrazioni per la cooperazione

Progetti Nexus Emilia Romagna

Il progetto “Nuove narrazioni per la cooperazione”, coordinato da ActionAid e finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, promuove il rilancio e la diffusione di una narrativa positiva sullo sviluppo sostenibile presso i rappresentanti delle istituzioni e i decisori politici a livello europeo, nazionale e locale, fornendo un’informazione corretta e basata su dati ed evidenze che possano rafforzare il dibattito pubblico sul tema, contribuendo alla crescita di una comunità inclusiva, aperta al mondo e alle diversità.
In progetto nasce in risposta alle sfide di un contesto caratterizzato dagli effetti economici e sociali della crisi economica e finanziaria del 2008, dai numeri crescenti della popolazione mondiale che soffre di fame o malnutrizione, dalla crisi migratoria e ambientale e al contempo dal diffondersi di un clima di intolleranza e sfiducia nell’operato delle ONG così dette “di sviluppo”. A pochi anni dall’adozione dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, l’opinione pubblica non solo non è ancora familiare rispetto ai temi della sostenibilità”, ma è attraversata da fenomeni crescenti di radicalismo che non riconoscono l’impatto positivo delle molteplici esperienze realizzate negli ambiti indicati dell’Agenda.

Si conoscono poco ad esempio le reali dimensioni numeriche e le potenzialità del fenomeno dell’immigrazione, mentre si assiste a livello globale al restringimento degli spazi di partecipazione democratica da sempre difesi dalle organizzazioni della società civile.

Iniziato il 1° giugno 2018, il progetto, di cui è capofila ActionAid Italia, unisce in partenariato un’ampia rete di attori della società civile, regioni ed enti locali, quali: Terra Nuova, Helpcode, CRIC, AMREF Health Africa, ASVIS, CCI – Centro per la Cooperazione Internazionale, CIPSI, COLOMBA, Codici, COP Piemonte, Differenza Donna, Fairwatch, ISCOS, Januaforum, MAIS, Marche Solidali, Nexus Emilia Romagna, ReTe, TAMAT, Unical
– Università della Calabria, AOI, Regione Piemonte, Regione Autonoma di Sardegna, Regione Marche, Provincia Autonoma di Trento, Comune di Genova, Comune di Milano,
e Comune di Ravenna. Terminerà il 30 novembre 2019.
Il progetto si svolge in ambito nazionale, con un focus sulle regioni Liguria, Lombardia, Piemonte, Calabria, Lazio, Umbria, Marche, Emilia-Romagna, Sardegna e provincia autonoma di Trento, e nazionale ed europeo attraverso attività mirate di interlocuzione istituzionale e di networking con la società civile.

NUOVE NARRAZIONI_QUADERNI MIGRANTI_ALLE RADICI DELLE MIGRAZIONI DALL’AFRICA

Condividi