dona on line
Jul 4, 2012

Sostegno all’avvio della filiera della manioca per il miglioramento della sicurezza alimentare della popolazione della Contea di Juba

L’intervento intende migliorare la sicurezza alimentare nella provincia di Lobonok, nella contea di Juba, capitale del Sud Sudan, con il cui territorio la provincia confina.
Agirà migliorando la produzione della manioca, cibo di base della popolazione locale, supportando la sua lavorazione e commercializzazione sui mercati locali e su quello della capitale, attualmente rifornito dall’estero.

Località: Lobonok - Stato dell’Equatoria Centrale - Sud Sudan

Valore complessivo: € 261.458,00

Co-finanziato da: Comune di Milano, Mani Tese, Nexus Emilia Romagna, Iscos Emilia Romagna, Acli Milano

Realizzato in collaborazione con: Campagna Italiana per il Sudan (Acli Milano, Acli Cremona,  Amani,  Arci, Caritas Italiana, Mani Tese, Missionari Comboniani, Missionarie Comboniane, Nexus Emilia Romagna, Ipsia Milano, Comitato Iscos Emilia Romagna, Pax Christi)

Partner locali: ACORD – Sud Sudan Programme; Ministero dell’Agricoltura, a livello statale (Stato dell’Equatoria Centrale) e di Contea (Contea di Juba); Comitati di sviluppo locale.

Obiettivi del progetto:
l progetto si propone di migliorare la sicurezza alimentare aumentando la produzione e contribuendo alla ricostruzione della filiera agroalimentare della manioca, che è uno dei cibi di base della popolazione della fascia meridionale del paese.

Le attività:

  1. Aumento della produzione della manioca, introducendo una varietà a ciclo produttivo più corto, frutto della ricerca locale, producendo in loco le talee e migliorando le conoscenze in agricoltura di base e nella coltivazione della manioca dei produttori.
  2. Introduzione di semplici macchine per la lavorazione della manioca da utilizzare in gruppo
  3. Rafforzamento dei gruppi di piccoli produttori sostenendo l’associazionismo locale sul piano gestionale largamente inteso
  4. Facilitazione della commercializzazione della manioca sul mercato locale (sia rurale che urbano)
  5. Sensibilizzazione dell’opinione pubblica e le istituzioni lombarde e milanesi sulle cause sociali della fame e promuovere il paradigma della sovranità alimentare

I beneficiari:

  • 720 piccoli produttori di 3 distretti amministrativi (boma) della provincia di Lobonok; le donne saranno almeno il 50% del totale.
  • Altri 2.000 contadini che potranno beneficiare sia dell’introduzione della specie di manioca a ciclo produttivo corto, sia delle unità per la sua lavorazione. 
  • La popolazione dei 3 distretti in generale, e in particolare almeno 7.000 persone, componenti delle famiglie allargate dei beneficiari diretti.